Igiene orale

L’igiene orale è alla base del successo a lungo termine di qualsiasi terapia.

In Italia circa 8.300.000 persone soffrono di parodontite (piorrea), una malattia che colpisce i tessuti di sostegno del dente con sintomi iniziali quali rossore gengivale e sanguinamento in seguito allo spazzolamento, spesso non eclatanti, che, se non trattati, possono degenerare portando alla perdita dei denti.

I batteri responsabili della parodontite possono, attraverso il circolo sanguigno, infettare altri distretti ed essere co-responsabili di quadri patologici più gravi, come malattie cardiache, ictus, aumento degli indici glicemici, parti pre-termine e patologie polmonari.

 

Nel nostro studio, consapevoli dell'importanza dell’igiene orale, abbiamo messo a punto un sistema diagnostico che già durante la prima visita ci consente di valutare la presenza di parodontiti e di organizzare uno specifico programma terapeutico.

Per offrirvi un promemoria, effettuiamo inoltre un programma di richiamo individuale al termine del periodo stabilito con l'igienista.

Odontoiatria e gravidanza

Frequentemente in gravidanza si assiste all’instaurarsi, o ad un peggioramento della situazione infiammatoria gengivale.

La gravidanza provoca una serie di variazioni fisiologiche, fisiche e psicologiche legate principalmente alle alterazioni dei livelli ormonali, con ripercussioni non trascurabili anche a livello di denti e gengive. Arrossamento, edema e sanguinamento rappresentano il quadro classico della gengivite gravidica. L’insorgenza è precoce, sin dal primo trimestre di gravidanza, e di solito recede spontaneamente tre mesi dopo il parto.


Esistono altre manifestazioni caratteristiche che si possono verificare durante la gravidanza e che sono sempre collegate agli squilibri ormonali; uno tra questi è il cambiamento della composizione della saliva, che diventa più acida e viscosa e di conseguenza meno efficace nella sua funzione di prevenzione dalle carie.


Diversi studi clinici hanno evidenziato un legame tra le patologie gengivali ed il rischio di nascite premature. In altri termini, si è verificata una maggior incidenza di parti prematuri in donne che soffrono di patologie gengivali durante la gravidanza. Per questa ragione è consigliabile per tutte le donne in gravidanza curare con maggiore attenzione la propria igiene orale sottoponendosi periodicamente ai controlli.

C’è anche da tenere nella giusta considerazione la minore risposta immunitaria durante la gravidanza, che rende più probabile l’insorgenza di patologie gengivali.
Numerose altre ricerche hanno dimostrato che la prevenzione prima e durante la gravidanza è veramente fondamentale per evitare problemi futuri. È necessario infatti tenere sotto controllo la propria salute orale al fine di preservare anche la salute dentale del nascituro.