Parodontologia

La parodontologia è la branca dell'odontoiatria che si occupa del parodonto, ovvero dei tessuti di sostegno del dente (osso alveolare, gengiva, legamento parodontale e cemento che riveste la radice del dente) e delle patologie ad esso correlate.

La malattia parodontale è una patologia infettiva ad eziologia multifattoriale sitospecifica (ogni zona può esserne colpita in maniera differente: grave, media, minima o nulla).

I fattori predisponenti sono:

  • l'accumulo di placca e tartaro;

  • fumo;

  • la predisposizione genetica;

  • alcune particolari malattie (diabete, deficienze immunitarie).

La malattia parodontale può presentarsi come semplice quadro di gengivite (reversibile dopo trattamento), che, se non trattato, può evolvere nel quadro conclamato di parodontite (che lascia lesioni irreversibili anche dopo trattamento).

Studi recenti mettono in correlazione la presenza di parodontite con patologie cardiovascolari (infarto cardiaco).

Il trattamento della patologia parodontale prevede la rimozione dei principali fattori responsabili della malattia (placca e tartaro sopra e sottogengivale). Con l'assistenza dell'igienista poi, il paziente viene istruito sulle manovre di igiene domiciliare.

Dopo questa prima fase il parodonto viene rivalutato e, se necessario, si ricorre a terapie secondarie, chirurgiche o non chirurgiche.

Dente sano                                 Gengivite                       Parodontite moderata